28 Novembre 2020
News
percorso: Home > News > Approfondimenti

I Tannini

I tannini sono il principale ingrediente indispensabile per effettuare la concia al vegetale. I tannini sono prodotti assolutamente naturali e rigorosamente vegetali, provenienti da fonti rinnovabili quali; frutti, cortecce, foglie e se estratti dal legno, gli alberi sono comunque coltivati e continuamente ripiantati. I più comuni utilizzati per la concia al vegetale sono; il Quebracho, Castagno, Mimosa, Mirabolano, Tara, Gambier, Sommacco, Quercia, Pino etc. Ognuno di questi ha delle caratteristiche organiche diverse l'uno dall'altro, e solo il conciatore esperto saprà scegliere tra questi dosarli e miscelarli tra loro in base al tipo di pellame da realizzare (morbido, rigido, liscio e flessibile, con colore chiaro, rosato oppure scuro etc).




Principali tannini e le sue caratteristiche:

Quebracho: dallo spagnolo “ Quiebra hacha “ spezza ascia, cosi chiamato dai boscaioli argentini a causa della sua durezza. Viene ricavato da un albero che cresce nel nord dell'argentina. E' il tannino più comune orientali utilizzato per la concia delle pelli perché garantisce pienezza data la sua alta concentrazione di tannini. Viene continuamente coltivato e ripiantato per assicurane la sua sostenibilità come risorsa forestale. Ha un colore rossiccio.




Castagno: Il castagno è una pianta che nasce nell'Europa meridionale. Sin dall'antichità ha sempre riscosso da parte dell'uomo per i suoi molteplici utilizzi. Per quanto riguarda il settore conciario, la corteccia ed il suo legno sono molto ricchi di tannini. Il castagno è il principale tannino utilizzato per produrre il cuoio da suola dona rigidezza e riempimento al fiore della pelle ( epidermide ). Viene utilizzato anche nella concia delle pelli al vegetale per realizzare dei pellami con la fibra più rigida e flessibile. Il suo colore è marrone scuro.




Mimosa: cresce nel sud dell'Africa ed è un albero del tutto simile alla nostra mimosa. Il tannino si concentra tutto nella corteccia. E' di colore rosato più chiaro rispetto al Quebracho. L'estratto di mimosa e' un tannino molto utilizzato sia nella concia a cuoio che nella concia al vegetale, perché ha una rapida penetrazione all'interno della fibra della pelle ed un alto fissaggio.




Tara: buccia di un frutto di un albero che cresce in Perù, chiamato Caesalpinia Tinctoria. Il prodotto è ottenuto dalla macerazione delle bucce essiccate di questo frutto. Dai preziosi frutti “ i baccelli “, sono ricavati i tannini di tara. Le sue principali caratteristiche sono; donare alla pelle buona fermezza al fiore ( epidermide ) della pelle, superare certe resistenze del carico di rottura del fiore, si presta molto bene per ottenere dei colori pastello con tinture passanti di botte e buona solidità alla luce. Il suo colore è molto chiaro simile all'avorio.




Mirabolano: è un albero che cresce fino ad una altezza di 15 m, nelle indie orientali ed il suo in francese significa “ ghianda da unguento “. Questo albero produce dei frutti “ i mirabolani “, molto ricchi di tannino idrolizzabile, astringente con buona resistenza alla luce. Il frutto ha un aspetto di una prugna secca e si presenta in un colore che varia da quello verdastro, al momento della raccolta a bruno nerastro durante la conservazione. Molto utilizzato nel bagno di concia, per compensare con il colore rossastro del Quebracho soprattutto per la produzione del cuoio da suola. Conferisce al cuoio un tatto morbido.


Gambier: è un arbusto selvatico ricco di tannini che cresce principalmente in Cina, India, Malesia ed Indonesia. In alcune aree viene coltivato in simbiosi con le piantagioni di pepe. Per la preparazione dell'estratto, le foglie e i ramoscelli di Gambier vengono fatti bollire in acqua. In seguito il decotto viene fatto evaporare fino alla consistenza di uno sciroppo, per poi raffreddarlo per favorirne la cristallizzazione. La massa ottenuta viene tagliata in piccoli cubetti delle dimensioni di 25 mm. Per renderli solubili in acqua, i cubetti di Gambier vengono disciolti con tannini disperdenti. L'estratto di Gambier utilizzato da solo produce un pellame piuttosto morbido, di tatto fine con un colore marrone rossastro. A certe pelli conferisce pienezza senza alterare le caratteristiche di morbidezza ed elasticità. Utilizzato per la riconcia dei vitellini. Proprietà peculiare dell'estratto di Gambier è quello di conferire alle pelli una ottima lissabilità e brillantezza delle tinture.


Vallonea: la quercia di Vallonea è un albero diffuso nel bacino del mediterraneo ( Grecia, Albania, Turchia ), Medio Oriente ed Asia Minore. In Italia è presente solo nel Salento intorno al territorio di Tricase in Puglia. Il tronco è dritto ma ramificato e può raggiungere i 25 metri di altezza. Questo albero dal grande fascino , produce delle ghiande che maturano ogni 2 anni . Dai suoi frutti “ ghiande “, si ottengono dopo l'estrazione, buone quantità di tannino. E' particolarmente utilizzato per la riconcia di pelli per tomaia e cuoio da suola, perché con il suo utilizzo si ottiene una grana fine ed uniforme.




Sommacco: è una spezia caratterizzata da buone proprietà anti ossidanti. La pianta si presenta sotto forma di arbusto che può raggiungere 3 metri di altezza. La pianta è abbastanza diffusa nell'Europa meridionale e medio oriente. Per la preparazione della spezia i frutti vengono raccolti tra luglio e settembre per poi farli essiccare. Dopo l'essicazione vengono tritati. Il sommacco contiene circa il 23% di tannino, che insieme alle sostanze coloranti in esso contenute, viene principalmente usato a livello industriale per le tinture di tessuti, ma anche per le pelli. Il suo fissaggio e molto buono. Il suo colore è un rosso bruno intenso. Questa pianta contiene una alta percentuale di sostanze antiossidanti. Infatti il Sommacco è uno degli alimenti con il più antiossidante nel mondo. Il suo estratto ha dimostrato dei benefici per il sistema cardiovascolare è un buon antibatterico e antiinfiammatorio. La proprietà antiossidanti del Sommacco sono più potenti del 73% in più rispetta ad una mela, perché aiutano a combattere i radicali liberi. Questa spezia viene usata soprattutto nella cucina araba turca per sostituire spesso l'olio e limone. Viene usato per condire; pesce, kebab, insalate e legumi. Attenzione; non va consumato fresco ma solamente essiccato perché i suoi frutti potrebbero essere velenosi.





CURIOSITA'

Non tutti sanno che i tannini vengono utilizzati anche per i mangimi di animali, per l'enologia, per i pannelli di truciolato, cartoni ondulati, trattamento delle acque. convertitori di ruggine e per trivellazioni di pozzi petroliferi etc.

I tannini hanno anche proprietà terapeutiche essendo infatti degli antiossidanti, ed antinvecchiamento. Si trovano infatti in un buon bicchiere di vino rosso, nella cioccolata, nel te, nel caffè ed anche in tanti frutti quali; mirtilli, uva, melograno, kaki etc.

  • contrastano i radicali liberi, rallentando il nostro invecchiamento.
  • ci prevengono da malattie cardiache,
  • ci prevengono il cancro grazie all'azione rapida contro i danni celebrali,
  • sono degli antibatterici ed antiinfiammatori,

Grazie alle loro proprietà astringenti, trovano molte applicazioni in campo della cosmesi, come nelle creme per il trattamento delle acne oppure negli shampoo per ridurre il formarsi della forfora.

Il loro polifenoli sono esaminati per i lori benefici sulla salute. Sono rimedi naturali per combattere disturbi quotidiani; con l'arbusto del MYRICACEAE vengono preparate degli infusi per combattere la diarrea, infezioni intestinali , speziare la birra. Con le MORE combattiamo i disturbi ed infezioni intestinali. I LAMPONI vengono utilizzati per la nausea delle donne in gravidanza. La SALVIA viene utilizzata per insaporire le pietanze ma anche per il mal di gola e i disturbi respiratori come l'asma.



Realizzazione siti web www.sitoper.it